All4Pack 2018

13 Nov

2018

Preconfigurata ed efficiente: la lightline Cartonpacker

Schubert presenta le incartonartici compatte Case Packer della nuova famiglia di prodotti lightline

all4pack, Parigi / Crailsheim, ottobre 2018 – Anteprima in Francia: quest’anno, alla fiera all4pack di Parigi Schubert presenta per la prima volta sul mercato francese la sua nuova incartonatrice lightline Cartonpacker. La Case Packer è in grado di formare, riempire e chiudere cartoni in spazi minimi. I vantaggi per i clienti sono brevi tempi di consegna e ridotti costi di acquisto resi possibili dalla sua struttura preconfigurata. La Cartonpacker è un elemento del nuovo programma macchine Schubert lightline, che permette ora all’azienda di offrire tre macchine confezionatrici preconfigurate per operazioni di confezionamento standard e che sono predisposte per varianti definite di prodotto e formato. Fanno parte del nuovo programma, oltre all’incartonatrice “lightline Cartonpacker”, anche la “lightline Pickerline” per applicazioni pick-and-place e la “lightline Flowpacker” per il confezionamento in flowpack.

Non tutte le operazioni di confezionamento richiedono la massima flessibilità. Spesso sono necessarie operazioni di confezionamento semplici e standardizzate. Allo stesso tempo, per molti produttori è molto importante potersi affidare a un’ingegneria meccanica di ottima qualità. Per il confezionamento, il riempimento e la chiusura dei cartoni in spazi minimi Schubert offre ora la lightline Cartonpacker. Questa macchina è disponibile in quattro varianti per diversi tipi di cartoni: vassoi, scatole espositrici, cartoni RSC o wrap-around. La Cartonpacker è inoltre predisposta per determinati prodotti, come ad esempio sacchetti, scatole, bottiglie o barattoli. A seconda del tipo di cartone la macchina è equipaggiata con un utensile apposito di formatura, riempimento e chiusura. Schubert offre flessibilità per quel che riguarda il tipo di macchina: ogni tipo di prodotto si lascia infatti confezionare in diverse varianti di formato.

Consegnabile e pronta all’uso in tempi ridotti

Con una dimensione di soli 3,5 x 2,5 metri la Cartonpacker convince per la sua struttura compatta. Tutte le unità funzionali (formatura, riempimento e chiusura) sono integrate in un telaio TLM preconfigurato. Grazie alla sua standardizzazione i clienti approfittano non solo di attraenti costi di investimento, ma anche di tempi di consegna brevi e di un rapido impiego nella produzione. Schubert fornisce questa macchina come unità: in futuro il montaggio e la messa in esercizio saranno realizzabili in una sola settimana. Il periodo di tempo tra l’entrata dell’ordine e la messa in esercizio in futuro si ridurrà a soli due o tre mesi, permettendo così ai produttori di ampliare velocemente le loro capacità o di reagire rapidamente a nuovi ordini. I collaudati principi di funzionamento di un impianto TLM di Schubert, così come l’intelligente controllo macchina, ne assicurano il funzionamento affidabile con una disponibilità elevata dell’impianto per tutta la durata di vita della macchina.

Fino a 200 scatole al minuto

Alla all4pack Schubert presenta una lightline Cartonpacker in grado di posizionare, in modo sicuro, fino a 200 scatole al minuto in cartoni wrap-around, che a loro volta sono perforati in modo tale da permettere al commerciante di aprirli velocemente e semplicemente e di utilizzarli come espositori shelf ready. La macchina è impostata su dei cartoni di due dimensioni differenti. Nel primo formato con dimensioni 190 x 195 x 180 millimetri sono confezionate dieci piccole scatole, disposte una dietro l’altra. Se una confezione shelf ready deve contenere 14 scatole di dimensioni maggiori, ci si può servire del cartone da 375 x 242 x 180 millimetri. La Cartonpacker presentata è in grado di riempire tra gli 11 e i 19 cartoni wrap-around al minuto.

Standardizzazione a vantaggio dei clienti

Con il suo nuovo programma macchine "Schubert lightline" l’azienda, leader sul mercato internazionale per la costruzione di macchine confezionatrici top loading, prosegue la standardizzazione della sua tecnologia mirata a realizzare sempre soluzioni ottimali in base alle esigenze dei suoi clienti. “I produttori hanno ora la possibilità di scegliere tra macchine preconfigurate appartenenti alla nuova famiglia di prodotti lightline, con formati di prodotto e di confezione definiti, e le macchine a libera configurazione che offrono gradi di libertà completi e sono realizzate in base alle necessità specifiche del cliente. Per tutti i tipi di macchina garantiamo sempre la conosciuta alta qualità di Schubert”, sottolinea Marcel Kiessling. Le macchine confezionatrici di Schubert permettono ai produttori di qualsiasi ordine di grandezza di accedere a un’automazione robotizzata o di ampliare gli impianti esistenti.

Il nuovo programma macchine Schubert lightline comprende macchine confezionatrici per operazioni di confezionamento standard con componenti di sistema preconfigurati – tra queste, oltre all’incartonatrice “lightline Cartonpacker”, anche la linea “lightline Pickerline” per applicazioni pick-and-place e la “lightline Flowpacker” per il confezionamento in flowpack.

Indietro